il circuito delle erbe spontanee


IL PROGETTO

 

Il progetto del Circuito della Cucina delle erbe spontanee, nasce da un’idea dell’associazione, “Alvaro Valentini” e da una ricerca condotta sulla tradizione popolare di raccolta delle erbe trovate condotta da Noris Rocchi. Il progetto si snoda in alcuni punti essenziali: la riscoperta e la conoscenza delle erbe selvatiche, la valorizzazione di questa risorsa naturale, l’approfondimento delle  peculiarità gastronomiche delle erbe e la creazione di un circuito di ristoranti che prevedano nel menù piatti con le erbe selvatiche.

 

Oltre alla riscoperta delle erbe il progetto si pone l’obiettivo, attraverso questa peculiare e naturale risorsa, di valorizzare il territorio, di rafforzare l’offerta turistica intercettando quel movimento sempre più numeroso di turisti alla ricerca di un turismo naturale, sostenibile e rispettoso dell’ambiente circostante.

Anche i comuni limitrofi quali Francavilla d’Ete, Montefiore dell’Aso, Petritoli, Smerillo hanno coniugato l’uso delle erbe spotanee con le tradizioni locali abinandole ad altre peculiarità dei propri teritori ed in particolare il comune di Petritoli ha in animo di sviluppare il discorso delle erbe legato agli olii monovarietali del Piceno con una serie di manifestazioni legate al titolo “Erba olio”, Francavilla d’Ete con la manifestazione “Cuochi in Erba”, Smerillo con “Le Erbe del Gusto e dei Misteri”, e Montefiore dell’Aso con “le Erbe dei Sapori e dei Saperi”

 

Con gli anni sono aumentati i comuni aderenti, moltiplicandosi le iniziative alle quali hanno aderito un mumero sempre maggiore di persone, attente da sempre al territorio ed alle sue tradizioni